Sfogliato da
Tag: umanità

Essere e volere

Essere e volere

Stamattina tornando a casa dal lavoro mi sono imbattuto in una trasmissione radiofonica in cui una nota cantante da poco anche prestatasi alla narrativa presentava la propria ultima fatica letteraria. Si parlava di uno dei personaggi del romanzo, che l’autrice descriveva come una persona che ha compiuto un grosso lavoro di costruzione della propria identità. Al punto da affermare che, se ricordo bene le parole, è diventata ciò che voleva diventare. Si è costruita come voleva costruirsi, in sostanza. Mi…

Leggi tutto Leggi tutto

Con cordiale disprezzo

Con cordiale disprezzo

Ecco 700 nuovi morti. 700 tra cui forse c’era anche qualche terrorista (anche se non mi spiego come facciano i terroristi veri a spendere una barca di soldi per addestrare qualcuno e poi rischiarla, la barca di soldi, infilandola in una barca da quattro soldi e spedendola in mezzo a un mare di guai), sicuramente tanti futuri clandestini, insieme a qualche richiedente asilo. Ed ecco tanti, vivi, che stanno bene, seduti davanti ai loro computer, a mostrare la loro contentezza…

Leggi tutto Leggi tutto

Un lungo pomeriggio di pensieri

Un lungo pomeriggio di pensieri

Ho passato ieri il pomeriggio al pronto soccorso dell’ospedale di città. Niente di grave, solo accertamenti rapidi per un dolorino che “quindi deve avere origine muscolare, passerà”. E va bene. Intanto, mi è capitato di incontrare due miei studenti. Con uno mi sono quasi scontrato intanto che vagavo senza meta aspettando i miei risultati. Era lì, insieme al padre, perché un altro membro della famiglia è ricoverato in quella zona. Un altro non ho voluto disturbarlo: era al telefono e…

Leggi tutto Leggi tutto

Siamo uomini* o?

Siamo uomini* o?

Non sono un esperto, ma mi pare di capire, dalle mie lontane (più nel passato che nel futuro) esperienze didattiche, che l’incapacità di mediare, di frapporre dei freni all’esternazione (e persino alla formulazione) della prima scemenza che passa per quella complicata roba che è il cervello, presenta dei profili di profondo disagio. Cioè: se non sei capace di regolarti in ciò che dici, adattandolo alle circostanze, al mezzo, all’uditorio, eccetera, ma devi per forza esprimere le cose nel momento e…

Leggi tutto Leggi tutto

Un primo augurio… matematico

Un primo augurio… matematico

Da anni ormai sono iscritto alla newsletter di Rudi Mathematici, che ogni mese propone giochi, curiosità, quesiti e amenità varie (compreso un bel calendario) a base di matematica, come si può supporre dal nome. Ecco, nel numero natalizio, ho trovato una riflessione che ritengo interessante e che vi propongo qui, virgolettata per rispettarne la paternità (direi due terzi di paternità e un terzo di maternità, vista la composizione del gruppo editoriale che cura la rivista online). Parlando del visitatore in…

Leggi tutto Leggi tutto