Sfogliato da
Tag: studio

In Italia non conviene

In Italia non conviene

Titolone di HuffPost: in Italia non conviene studiare. Leggo sotto: “L’Istat fotografa una realtà inquietante: ci sono più giovani disoccupati tra i laureati che tra i diplomati”. Quindi, suppongo, meglio non studiare perché studiando si rischia di laurearsi e la probabilità di finire tra i disoccupati aumenta. Basta leggere l’articolo per capire che forse il titolo non è dei più felici. Guardando che tipo di lavori trovano i diplomati e i laureati, dove, con che stipendi, dopo quanto tempo, la…

Leggi tutto Leggi tutto

Pärtiana #1

Pärtiana #1

Arvo Pärt – Te Deum. Ascoltato per filodiffusione (in streaming, ovviamente) qualche giorno fa, cercato poi su internet, trovato, riascoltato distratto, riascoltato concentrato. Che meraviglia. Tante le associazioni a cui la mia mente vola. La prima.   Sei di mattina. Freddo, sonno. Un altare di pietra, una piccola tovaglia candida. Un crocifisso d’alabastro, essenziale, illuminato, opalescente nella semioscurità. Dieci monaci bianchi intorno. Cantano, voci diverse, diversamente unite, alcune rotte dall’età, altre forti e chiare. Diversi accenti. Un unico canto, parla…

Leggi tutto Leggi tutto

Imagination and knowledge

Imagination and knowledge

Picasso aveva perfetta padronanza delle tecniche classiche. Beethoven eseguiva in pubblico opere di Bach e si cimentò nella composizione di fughe con brani di grande rilievo (es: la Grosse Fuge op. 133). Di Leopardi è ben nota la venerazione per i classici, mentre Ungaretti insegnò letteratura italiana all’università di Sao Paulo, pubblicò saggi di critica e traduzioni di classici stranieri. Copernico conosceva perfettamente il modello tolemaico. Einstein nei suoi articoli del 1905 si muove perfettamente a proprio agio nella fisica…

Leggi tutto Leggi tutto

Passioni per il futuro

Passioni per il futuro

Ecco, a fare il paio con il post precedente (Scelte per il futuro), che era rivolto idealmente a uno studente che sta pensando a cosa fare “da grande”, un altro per me nella duplice veste di genitore e di insegnante. E per chi abbia voglia di condividere. In questi giorni riflettevamo, mia moglie e io, su come i nostri regali di Natale abbiano fatto “felice” il più piccolo dei nostri bambini, mentre il maggiore non si è mostrato particolarmente entusiasta…

Leggi tutto Leggi tutto

Scelte per il futuro

Scelte per il futuro

Stimolato dall’opinione di Gramellini mi scappa di dire la mia. Sabato, vigilia di Natale, mi reco per la terza volta nel giro di una settimana al supermercato per gli ultimi acquisti (chi non ha testa ha gambe, dicono). Quivi incontro un ex-alunno già maturato, cui domando cosa stia facendo. Il fanciullo mi racconta che sta lavorando, in attesa di poter perseguire un suo sogno. Chiedo cosa pensi la famiglia. Il ragazzo scoppia a ridere e mi dice che il consiglio,…

Leggi tutto Leggi tutto