Sfogliato da
Tag: riforme

Alla prova dei fatti

Alla prova dei fatti

E così abbiamo, finalmente, un governo. Non mi esprimo su come ci siamo arrivati. Diciamo che sono piuttosto arrabbiato. Ma pazienza. Ministra per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca: Mariachiara Carrozza. Non mi aspetto nulla. Visti gli ultimi precedenti, da Moratti in avanti specialmente, la massima speranza è che non faccia danni. Leggo però su Orizzonte Scuola alcuni brani tratti da un’intervista rilasciata dalla neoministra all’Huffington Post (di cui però non sono riuscito a trovare traccia). Non so di preciso che…

Leggi tutto Leggi tutto

La fiera delle banalità

La fiera delle banalità

Uno dei commenti al post sul computer in classe diceva sostanzialmente che il ministro Profumo, al pari dei suoi predecessori, sta navigando a vista nelle sue proposte. Il fatto che la lungimiranza non stia di casa da queste parti e in particolare dalle parti di molti nostri governanti, credo sia abbastanza assodato. Il commento di Dante diceva: bisogna capire come vogliamo riformare la nostra scuola. Secondo me dobbiamo fare qualcosa di più, se non vogliamo che qualunque proposta (anche quella…

Leggi tutto Leggi tutto

Simmetria familiare

Simmetria familiare

Leggo con interesse l’articolo di Repubblica sulla nuova “simmetria” tra le figure paterna e materna. La simmetria perfetta è ovviamente impossibile, per ragioni caratteriali, credo, e sicuramente perché mi pare di poter dire che il legame di fisicità che lega la madre e il figlio rimane anche dopo lo svezzamento. La necessità, però, di una tale simmetrizzazione dei ruoli, sta nella logistica della nostra vita. Senza tentare generalizzazioni, quando il padre ha un impiego a tempo indeterminato, magari con tutele…

Leggi tutto Leggi tutto

Profumo di Natale

Profumo di Natale

Caro ministro Profumo, mi permetto di scriverle così da questo blog seminascosto perché finalmente, da tecnico, forse può capire quanto segue senza domandarsi compulsivamente se ciò che scrivo lo scrivo da sostenitore o da oppositore e quale tipo di risposta le porterà più voti alle prossime elezioni. Dice che vuole introdurre i tablet nella scuola: non so cosa siano ma so quanto costano e so che gli studenti italiani sono tanti. Evidentemente lei è babbo Natale. Io sono un insegnante…

Leggi tutto Leggi tutto