Sfogliato da
Tag: racconto

Dove Hollywood fallisce

Dove Hollywood fallisce

E’ in arrivo un post, l’ultimo, di letture primaverili. Arriverà, temo, ad estate già iniziata, visto che i tempi di lettura, in questo periodo, sono abbastanza compressi da una sonnolenza per nulla soprendente e piuttosto invadente. Il romanzo che sto leggendo ha alcuni elementi biografici e storici legati all’Indocina nell’immediato secondo dopoguerra. Diciamo il periodo dell’ascesa di Ho Chi Minh, per intenderci. Il nome Vietnam solitamente evoca immagini alla Apocalypse Now: una guerra americana. Confesso il mio quasi totale disinteresse…

Leggi tutto Leggi tutto

Libertà

Libertà

Cara mamma, Zoe dorme e approfitto di questo momento di quiete per scriverti quel che ho scoperto in queste ore. Non so quando sia iniziata la mia sete di libertà. Forse da quando mi sono accorta del valore che tu e papà davate a questa parola, in ogni vostra scelta, e contemporaneamente a quanto poco valore le assegnavate quando ero io a pronunciarla. Vi ho sbattuto in faccia la mia libertà e ne ho sempre pagato le conseguenze. I miei…

Leggi tutto Leggi tutto

Dichiarazione spontanea

Dichiarazione spontanea

Signore e signori, onde evitare illazioni prive di fondamento e ricostruzioni lacunose dei fatti, mi accingo a fornire l’unica versione originale e corretta dei fatti. Come si vedrà, al sottoscritto non potrà essere imputata alcuna colpa di quanto è accaduto. Parliamo dunque di domenica sera. Al rientro intorno alle ore 22 da una piacevole serata in compagnia di amici in località amena tra le colline della vallata a fianco, il sottoscritto si ricorda che l’altra autovettura utilizzata quotidianamente e parcheggiata…

Leggi tutto Leggi tutto

Una questione d’abito

Una questione d’abito

L’abitudine è tanta che poi, ogni tanto e sempre più raramente, quando arriva una domanda o incrocio uno sguardo scettico o sarcastico, mi chiedo sempre cosa c’è che non va, se ho qualche macchia o se la fretta mi ha giocato qualche tiro. Oggi è stata una collega di un amico, lei è insegnante, l’ho incontrata in metropolitana. Vedendomi forse a disagio all’ora di punta e in mezzo alla folla, mi ha chiesto se non mi viene mai voglia di…

Leggi tutto Leggi tutto

La poltrona all’angolo

La poltrona all’angolo

Sono una poltrona. Morbida, ma non troppo. La mia seduta è un po’ curva, così come è curvo lo schienale. Entrambi sono foderati di un bel cotone scozzese crema e oltremare. Ai bordi è cucito il resto della fodera, tesa, oltremare tinta unita, che scende fino al pavimento. Questo è tutto quello che si vede, non sporge nemmeno un piedino. Sono così, voglio essere tutta d’un pezzo e tutta foderata. E morbida. Sotto di me un pavimento pulito e lucido….

Leggi tutto Leggi tutto