Sfogliato da
Tag: Quattro Quartetti

Avanti, viaggiatori

Avanti, viaggiatori

Pensando a inizi e fini, partenze e arrivi, torno a citare il mio vecchio amico TSE… III. Talvolta mi domando se questo è ciò che Krishna intendeva – Tra le altre cose – o è un modo di dire la stessa cosa: Che il futuro è un canto svanito, o una Rosa Reale o uno stelo di lavanda Di nostalgico rimpianto per coloro che non sono più qui a rimpiangere, Pressato tra le pagine gialle di un libro che non…

Leggi tutto Leggi tutto

Il tempo del mondo che cinguetta

Il tempo del mondo che cinguetta

Mi ha colpito, rileggendolo, questo verbo, questo “twittering world”. E, come al solito, mi trovo a pensare che settantotto anni fa il signor Eliot aveva uno sguardo ben più lungimirante di tanti di noi oggi. Forse è lo sguardo della poesia. III. Questo è un luogo di disaffezione Tempo prima e tempo dopo In una luce fioca: né luce diurna Che investe la forma di limpida immobilità Che cambia l’ombra in breve bellezza Che con lenta rotazione suggerisce permanenza Né…

Leggi tutto Leggi tutto

Prima dell’inizio e dopo la fine

Prima dell’inizio e dopo la fine

Oggi, intanto che pensavo a cose durature e cose caduche, al pane in freezer e all’essenza del tempo, alla gastroenterite e al ciclo delle stagioni, mi è tornato alla mente questo pezzo. E ve lo regalo volentieri. V. Le parole si muovono, la musica si muove Solo nel tempo; ma ciò che è solo vivo Può solo morire. Le parole, dopo il discorso, giungono Al silenzio. Solo attraverso la forma, il disegno, Parole o musica possono raggiungere La quiete, come…

Leggi tutto Leggi tutto

Eliot

Eliot

Un commento (uno a caso!) al post di ieri mi ha fatto tornare alla mente come è nata la mia predilezione per Thomas Stearns Eliot, nel panorama della poesia contemporanea. A scuola, sicuramente. Avevo un’ottima insegnante di inglese, in quinta liceo, Maria Teresa P, che, immagino seguendo i programmi ministeriali (ancora esistevano), ci aveva proposto “La terra desolata” dal nostro testo antologico. Poi, nell’ambito del consueto inquadramento biografico, aveva citato i “Four Quartets”, tra le altre opere, sottolineando il fatto…

Leggi tutto Leggi tutto

A un solo termine

A un solo termine

I. Tempo presente e tempo passato Sono forse presenti nel tempo futuro, E il tempo futuro è contenuto nel tempo passato. Se tutto il tempo è eternamente presente Tutto il tempo è irredimibile. Ciò che potrebbe essere stato è un’astrazione Che rimane una perpetua possibilità Solo in un mondo speculativo. Ciò che potrebbe essere stato e ciò che è stato Puntano a un sol termine, che è sempre presente. Passi echeggiano nella memoria, Lungo il corridoio che non prendemmo Verso…

Leggi tutto Leggi tutto