Sfogliato da
Tag: inglese

Un dialogo surreale

Un dialogo surreale

S: “Da quest’anno, come dico da qualche anno senza muovere un dito, in ogni classe terminale una materia non letteraria dovrà essere insegnata in lingua straniera. Tu sai l’inglese?” A: “Sì…” S: “Che certificazione hai?” A: “Nessuna”. S: “Quindi non sai l’inglese”. A: “Guardi, mi dicono che potrei essere a un livello C1; un pochettino lo so…” S: “Ma non hai la certificazione” A: “Veda lei”. S: “Perché non hai fatto il corso linguistico organizzato dal provveditorato ad aprile?” A:…

Leggi tutto Leggi tutto

Un omaggio agli ospiti esotici

Un omaggio agli ospiti esotici

Tra coloro che visitano e leggono questo sito, gli unici che riesco a riconoscere sono quelli che lasciano un “like” o un commento a un post. Ed è spesso molto interessante seguire le tracce di chi le lascia e andare a scoprire le “case virtuali” di chi è rimasto colpito da qualcosa che ho scritto. Questo blog, che, nel caso non ve ne foste accorti, è scritto in italiano, ha anche un certo numero di ospiti esotici. Esotici nel senso…

Leggi tutto Leggi tutto

Eliot

Eliot

Un commento (uno a caso!) al post di ieri mi ha fatto tornare alla mente come è nata la mia predilezione per Thomas Stearns Eliot, nel panorama della poesia contemporanea. A scuola, sicuramente. Avevo un’ottima insegnante di inglese, in quinta liceo, Maria Teresa P, che, immagino seguendo i programmi ministeriali (ancora esistevano), ci aveva proposto “La terra desolata” dal nostro testo antologico. Poi, nell’ambito del consueto inquadramento biografico, aveva citato i “Four Quartets”, tra le altre opere, sottolineando il fatto…

Leggi tutto Leggi tutto

Sotto il pioppo

Sotto il pioppo

Sono rimasto colpito da questo post del blog “strategie evolutive” che, per inciso, seguo sempre molto volentieri. Letto? Bene. Ovviamente questo blog ha pretese ben diverse, ha un seguito quantitativamente nemmeno paragonabile da lontano (ma solo in termini numerici, neh?). Eppure la sensazione che bloggare dall’Italia in italiano sia qualcosa di ben diverso dal bloggare in inglese per un pubblico… globale, direi, questa sensazione mi è rimasta. Sono andato a vedere quel che ha fatto Davide Mana nel suo nuovo…

Leggi tutto Leggi tutto

Inglese e italiano

Inglese e italiano

Sono incappato su Facebook in un gruppo che voleva suscitare un’ondata di indignazione nei confronti della decisione del Politecnico di Milano di utilizzare solo la lingua inglese per le lezioni a partire dal 2014. Ammesso che loro e io abbiamo compreso esattamente in cosa consisterà la svolta dell’ateneo milanese, io francamente mi trovo perplesso. Da una parte, di fronte a questa decisione (che estremizza comunque un andamento già in atto nelle scuole superiori, dove si stanno attivando progetti di insegnamento…

Leggi tutto Leggi tutto