Sfogliato da
Tag: fuga dei cervelli

Evaporescion

Evaporescion

L’evaporazione è un fenomeno fisico piuttosto interessante. Avviene in prossimità della superficie di contatto tra un liquido e un volume gassoso. Si tratta del fenomeno per cui alcune molecole del liquido abbandonano la loro fase per “perdersi” nel volume gassoso. Normalmente è accompagnata dal fenomeno inverso, la condensazione, che porta molecole del liquido disperse nel volume gassoso a ritornare in fase liquida. La situazione di equilibrio, quella cioè in cui nello stesso periodo di tempo le molecole che evaporano sono…

Leggi tutto Leggi tutto

I Nobel italiani

I Nobel italiani

Camillo Golgi, Fisiologia e Medicina, 1906 Giosuè Carducci, Letteratura, 1906 Ernesto Teodoro Moneta, Pace, 1907 Guglielmo Marconi, Fisica, 1909 Grazia Deledda, Letteratura, 1926 Luigi Pirandello, Letteratura, 1934 Enrico Fermi, Fisica, 1938 Daniel Bovet (nato svizzero, poi naturalizzato italiano), Fisiologia e Medicina, 1957 Emilio Gino Segré (premio USA), Fisica, 1959 Salvatore Quasimodo, Letteratura, 1959 Giulio Natta, Chimica, 1963 Salvador Luria (premio USA), Fisiologia e Medicina, 1969 Renato Dulbecco (premio USA), Fisiologia e Medicina, 1975 Eugenio Montale, Letteratura, 1975 Carlo Rubbia, Fisica,…

Leggi tutto Leggi tutto

Dematerializzazione

Dematerializzazione

I bollettini postali sono “dematerializzati”: a te che li paghi rimane tutto in mano, al destinatario non arriva carta: solo informazione. E, si spera, i soldi, dematerializzati pure loro. Per viaggiare, per migrare, i vestiti non si possono dematerializzare. Ma tante altre cose sì. L’investimento in cultura, in esperienze, in un figlio, in un momento in cui i risparmi potrebbero crollare, è una dematerializzazione dei capitali. La sobrietà, il distacco dai beni, in un tempo in cui potrebbe essere necessario…

Leggi tutto Leggi tutto

Anni buttati?

Anni buttati?

Non avevo i soldi né la fiducia in questo Paese per riscattare gli anni di università. Pare ora che io sia stato lungimirante in terra di miopi.Ma se anche avessi pagato denaro per avvicinare l’ora della pensione e ora quei denari mi venissero disconosciuti, per quanto tremendamente adirato, non arriverei a definire “buttati” gli anni trascorsi a studiare. Ciò a cui mi sono serviti, quegli anni, è ben di più che ad anticipare una pensione che probabilmente non vorrò vedere…

Leggi tutto Leggi tutto