Sfogliato da
Tag: endrigo

E sono molto contento!

E sono molto contento!

Non c’è niente da fare. L’ellepì di Endrigo-Bacalov-Rodari che ascoltavo da bimbo e di cui già parlavo qua non riesco proprio a cantarlo. Saranno gli anta che si fanno sentire, ma sul più bello, quando i miei due ascoltatori si sono incuriositi, arriva il groppo in gola e mi commuovo. Oggi era il turno di questa, di cui do anche il link su youtube.   Persone male informate o più bugiarde del diavolo dicono che tu sei nato sotto una…

Leggi tutto Leggi tutto

Non piangere

Non piangere

L’ho trovata, finalmente, dopo tanto cercare. Dall’adolescenza a oggi. Il testo è di Gianni Rodari, il tema originale è di Johann Sebastian Bach (dalla Matthäuspassion). E ci voleva la genialità di Luis Bacalov e Sergio Endrigo per mettere tutto insieme in una canzone che ha accompagnato la mia infanzia, ultima di un LP che era spessissimo sul piatto e che iniziava con “Ci vuole un fiore”. Una canzone che mi ha insegnato a piangere, nonostante tutto, anzi, a commuovermi. A vedere…

Leggi tutto Leggi tutto

Memoria 2

Memoria 2

Oggi in Italia si celebra la Giornata del Ricordo delle diecimila vittime delle foibe. Riporto il testo della canzone “1947” di Sergio Endrigo. Endrigo, nato a Pola, fu testimone diretto dell’esodo giuliano-dalmata che coinvolse circa 350 000 profughi e fu causato dalla persecuzione jugoslava nei confronti degli Italiani d’Istria e Dalmazia e dalla tragedia delle foibe.  Un omaggio a quel pezzetto di famiglia che ho, ormai distante, nel Nuovo Galles del Sud. Da quella volta Non l’ho rivista più, Cosa…

Leggi tutto Leggi tutto