Sfogliato da
Tag: Bach

Rumore di fondo

Rumore di fondo

Per tornare dal Salento abbiamo deciso di viaggiare di notte. Io odio guidare di notte, però mia moglie doveva partire all’indomani per lavoro e per evitare ai bambini (e di conseguenza agli adulti) dieci ore di supplizio diurno, abbiamo optato per l’autostrada in notturna. L’autista sceglie la musica, ovviamente: è lui (o lei) che deve rimanere sveglio/a. E così, durante i miei turni ho cercato di gustarmi un po’ di Schumann e di Chopin. Uno strazio: un continuo dover alzare…

Leggi tutto Leggi tutto

Bachiana #2

Bachiana #2

Ricordo chi me le ha fatte conoscere, le Toccate. Erano anni in cui le chiavette USB ancora non c’erano, o, se c’erano io non me n’ero accorto. I supporti di memoria più diffusi erano i dischetti da 1.44 Mb, quelli da trepolliciemmezzo. Quelli che oggi qualcuno chiama “floppy”, ma che quelli come me che i primi corsi di informatica li avevano fatti con i floppy veri, quelli mollicci e grandi, non possono che indicare con il termine un po’ denigratorio…

Leggi tutto Leggi tutto

Bachiana #1

Bachiana #1

Dovendo partecipare a una riunione che prevedevo avrebbe richiesto molta lucidità, per il tragitto in auto ho deciso di ascoltare un CD con le Toccate BWV 910-916 di Bach. Sono sette “piccoli” gioielli di carattere virtuosistico, originalmente scritti per clavicembalo ma oggigiorno spesso eseguiti per pianoforte.  Per chi non le conoscesse, le può ascoltare qui in un’interpretazione storica. A me fanno lo strano effetto di mettermi in moto il cervello. Sapete quella diceria per cui le donne hanno una mente capace di…

Leggi tutto Leggi tutto