Sfogliato da
Mese: Dicembre 2014

BYOD

BYOD

Per chi segue i dibattiti online sulle nuove tecnologie a scuola, è arrivato il momento del BYOD. Acronimo inglese, apparentemente mutuato dalle politiche aziendali rispetto alle tecnologie stesse: Bring Your Own Device. Portati il tuo dispositivo. Tradotto in italiano, l’acronimo sarebbe “FLNCFS”: “fare le nozze coi fichi secchi”. Vogliamo le scuole 2.0, vogliamo le LIM, vogliamo le tecnologie a scuola, vogliamo vogliamo. Poi non ci sono i soldi e allora? Ragazzi, la tecnologia ce la mettete voi. Hai lo smartphone? Benissimo,…

Leggi tutto Leggi tutto

Boicotto

Boicotto

Fare acquisti è un’operazione che non amo particolarmente, devo averlo già scritto diverse volte. Sotto Natale il mio scarso gradimento diventa particolarmente scarso. Perciò, trovare un negozio in cui mi sento accolto, in cui vedo che il personale è attento al particolare momento dell’anno, alle mie esigenze di trovare quel che cerco (che magari è molto vagamente delineato nella mia mente) e levarmi dai piedi nel più breve tempo possibile, è per me importante, come per chi deve andare dal…

Leggi tutto Leggi tutto

Proposito per l’ultimo dell’anno

Proposito per l’ultimo dell’anno

Ho sempre vissuto in qualche tipo di appartamento. Quand’ero bambino mi sarebbe piaciuto molto avere un animale domestico, ma mio padre, che aveva studiato come si curano gli animali, non ne voleva, per paura che soffrissero in un ambiente a loro non adatto. E così sono cresciuto con l’impressione che gli animali debbano essere trattati con un certo rispetto, che esista una differenza tra possedere una cosa e avere in casa un animale. Poi mi è capitato di passare un…

Leggi tutto Leggi tutto

V.A.P.

V.A.P.

Il periodo natalizio, per chi ha figli alla primaria o alla materna, si contraddistingue dall’apparire in casa dei lavoretti costruiti a scuola e di cui, normalmente, i bambini sono abbastanza orgogliosi. Non è una novità. Ricordo che per me alla scuola elementare il periodo natalizio era periodo di odore di vernice spray, vinavil, spago, e conseguenti finestre aperte (e freddo in aula come fuori). Non ricordo che cosa produssi, alle elementari (assolutamente non so nemmeno SE produssi, alla materna). Qualche cosa…

Leggi tutto Leggi tutto

I comandamenti della statistica

I comandamenti della statistica

Premetto subito che non mi piacciono i sermoni televisivi. Benigni ieri sera l’ho guardato per dieci minuti intanto che scrivevo appunti, poi ho cambiato canale. Di questo tipo di spettacolo televisivo del buon Roberto non riesco a digerire alcuni aspetti direi epidermici. Un’aggettivazione iperbolica senza una (per me) adeguata giustificazione, da un lato. Dall’altro, il desiderio di spiegare anche la poesia, certe affermazioni suggestive che nel tentativo didascalico di spiegazione, perdono i chiaroscuri che le pieghe naturalmente offrono. Ma questi…

Leggi tutto Leggi tutto