Pilastri sonori

Pilastri sonori

In questi giorni si parla di un concerto di Herbie Hancock in ottobre a Parma.

E io, per ripicca, propongo questo gioiello, che ha per me un valore enorme e che, senza nulla togliere a HH, trovo inarrivabile (bisogna ascoltarlo fino alla fine, non accontentarsi delle prime famosissime battute: il meglio, come in tutte le cose che valgono, è alla fine).

Era il 4 giugno 2000. A Parma si inaugurava il Palacassa, alle Fiere, con il concerto “Film Music”, con l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia-Romagna (e un coro enorme, non ricordo bene come costituito), diretta da Ennio Morricone. Ospiti Gemma Bertagnolli, Angelo Branduardi, Dulce Pontes. Io c’ero, tra il pubblico, a farmi trasportare dalle note meravigliose delle colonne che non sono solo sonore, ma veri e propri elementi strutturali architettonici dei film cui appartengono.

Poche ore prima avevo conosciuto quella che sarebbe diventata mia moglie.

E che c’entra Morricone con Hancock? E perché “ripicca”? Qualcuno può rispondere? Grazie.

Un pensiero su “Pilastri sonori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.