Caricatura di donna

Caricatura di donna

Guardi, so che Lei è abituata, nel suo ambiente a parlare prima di tutto di questo, e quindi La accontento e La prevengo: ho cercato su internet qualche Sua fotografia e, sinceramente, devo ritenere che il Suo tipo di bellezza non sia quello che, in una donna, apprezzo. La Sua è una bellezza fatta di dettagli, quella che piace a me è fatta di armonia. Ecco.

Ma, sebbene il lavoro del caricaturista sia proprio quello di esagerare i dettagli, non è nel senso fisico, e credo che questo le possa in qualche modo far piacere, che intendo il titolo.

Per come la vedo io, una donna, una donna vera, è consapevole della fatica immane che molte altre donne devono fare per far valere le proprie qualità, la propria preparazione, i propri talenti. Sa che si dice che una donna suda il doppio di un uomo per arrivare alla stessa posizione. E sa che se si dice è perché un fondo di verità c’è. Non voglio ironizzare su quanto e in che posizioni abbia sudato Lei. Per come la vedo io, una donna, una donna vera, non è capace di occupare una posizione per cui non è assolutamente qualificata, perché oltre a svolgerla male, rende ancora più difficile ad altre donne il conquistarsi quello stesso spazio, e soffia ancora sulla fiamma del sospetto che dove una donna occupa una posizione di rilievo non sia per competenze.

Per come la vedo io, una donna, una donna vera, è in grado di distinguere un uomo, un uomo vero; e non si presta a giocare con chi non lo sia. Perché per come la vedo io, una donna, una donna vera sa che male fa, a lei e alle altre donne, ben oltre i vantaggi che possa procurarle, un finto uomo. Sa che non può assecondare un finto uomo senza perdere il suo essere donna vera.

Per come la vedo io, una donna, una donna vera sa che tacere “per il bene di tutti” o è un ricatto, o è viltà, o menzogna. E una donna, una donna vera non ha bisogno del primo, è incapace della seconda, e odia la terza.

Vede quindi, che, per come la vedo io, e lasciando stare le fotografie di internet, e tutti i suoi attributi e dettagli così abilmente messi in mostra, e che pure un caricaturista saprebbe ben esaltare, è Lei la migliore (o peggiore) caricaturista di stessa.

Ma, mi dispiace dirlo, per come la vedo io, la caricatura di un caricaturista la si acquista perché è divertente; dell’altra, di quella che Lei sta realizzando di se stessa, se io mi accorgessi di fare altrettanto a me stesso, mi vergognerei parecchio. Andrei a nascondermi, altro che star zitto per il bene di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.