Sfogliato da
Mese: Giugno 2012

La fine dell’anno

La fine dell’anno

Ed è arrivata anche quest’anno. Ieri i miei due piccoli hanno salutato maestre, tate ed amici e, anche se non l’hanno ancora probabilmente capito fino in fondo, è iniziata la loro estate senza scuola. Per me è stato l’ultimo anno di nido e il primo di materna, pardon: di “scuola dell’infanzia”, contemporaneamente, e posso dunque raccontare le mie considerazioni finali sul primo e le prime impressioni sulla seconda. Che sono significativamente simili e molto positive. Disponibilità e collaborazione con i…

Leggi tutto Leggi tutto

Pensa, è gratis

Pensa, è gratis

Gira su facebook un’immagine, ora non ne ricordo il colore, ma penso scura, con solo questa scritta: “Pensa, è gratis”. Io ho sempre ritenuto che qualunque invito all’uso del pensiero sia lodevole e meriti di essere condiviso. Ma questo è palesemente fuorviante. Pensare non richiede forse nessun esborso economico, ma è attività che ho sempre trovato piuttosto costosa. Pensare mi costa perché il mio cervello ha bisogno di combustibile, e il combustibile sono parole, idee, notizie. Ma il combustibile è…

Leggi tutto Leggi tutto

Itaca

Itaca

Questa poesia l’avevo scoperta qualche anno fa in un bar che profuma di Grecia. Mi era piaciuta molto. Ieri sera il mio bimbo più grande, notando un piccolo ornamento portato da un’amica di ritorno dalle sue vacanze greche, con le sue domande ha un poco risvegliato la mia nostalgia. E allora sono tornato a rileggere il buon Kavafis, e vi regalo la sua personale odissea. Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile…

Leggi tutto Leggi tutto

La poltrona all’angolo

La poltrona all’angolo

Sono una poltrona. Morbida, ma non troppo. La mia seduta è un po’ curva, così come è curvo lo schienale. Entrambi sono foderati di un bel cotone scozzese crema e oltremare. Ai bordi è cucito il resto della fodera, tesa, oltremare tinta unita, che scende fino al pavimento. Questo è tutto quello che si vede, non sporge nemmeno un piedino. Sono così, voglio essere tutta d’un pezzo e tutta foderata. E morbida. Sotto di me un pavimento pulito e lucido….

Leggi tutto Leggi tutto

Concerto per l’Emilia

Concerto per l’Emilia

Brevissimo sul concerto che ho visto questa sera in televisione. Non mi è piaciuto particolarmente dal punto di vista dello spettacolo, né dell’enfasi su certi aspetti del terremoto. Mi è invece piaciuta molto la volontà di partecipare da parte degli artisti emiliano-romagnoli. Un evento del genere, organizzato direttamente da alcuni artisti, mostra la presa di coscienza da parte di questi della loro capacità di mobilitare persone, di mobilizzare denaro, e di offrire musica, arte, qualcosa di bello anche in una…

Leggi tutto Leggi tutto