Primogenitura

Primogenitura

A me non era venuto in mente prima del primo compleanno del mio primogenito, e credo sia una riflessione che in pochi fanno se non sono genitori. Il compleanno del primogenito ha qualcosa di speciale: è anche il mio compleanno in quanto genitore.

E’ vero, l’essere genitore è uno dei tanti aspetti della mia vita, non è l’unico irreversibile e non è l’unico che comporta responsabilità. Eppure non sento il bisogno di celebrare l’anniversario di inizio carriera, giusto per dirne una. Quello di matrimonio, sì. E poi questo.

Non me ne voglia il secondogenito. Non so che farci: quando lui è nato, io ero già padre. La sua nascita è stato certamente il rinnovarsi di un miracolo, e tutto era diverso dalla prima volta, a partire da lui. Ma io ero molto più preparato, tranquillo, consapevole: in qualche modo di lì c’ero già passato.

Il primogenito e il genitore nascono insieme. Il senso di novità di ogni mia esperienza paterna di fronte alle conquiste, ai progressi, alle difficoltà del primo figlio è pieno e paragonabile al senso di novità che lui inizia a provare nei confronti delle sue esperienze di vita.

E allora ieri, nel vederlo gonfiare le sue guanciotte e soffiare le sue quattro candeline non ho potuto tornare a quel momento, meraviglioso, che voglio qui fissare come per paura che qualche morbo o amnesia me ne tolga il possesso, in cui mi è stato messo in braccio, avvolto in un telo bianco, gli occhi chiusi, i tanti capelli bagnati e schiacciati sulla fronte, la bocca chiusa da cui uscivano però brevi suoni impossibili da riprodurre, le guance morbidissime, i pugnetti stretti e le braccia in movimento quasi perpetuo.

La voglia di stringerlo a me, di coprirlo di baci, di mostrargli il suo mondo sono un po’ cambiati nel frattempo, ma ci sono ancora: sono desideri che riguardano un bimbo non più neonato, desideri di un padre non più neonato.

Beh, auguri, A.

2 pensieri riguardo “Primogenitura

  1. mi è piaciuto molto questo post. è come se mi avesse fatto affacciare da una finestra da cui non avevo mai guardato. mi ha fatto pensare che in fondo i genitori e il loro primogenito sono in qualche modo ‘gemelli’ e forse questo fa vedere certe dinamiche familiari sotto una luce diversa.

    grazie 🙂
    prishilla

Rispondi a prishilla Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.