Sheherazade

Sheherazade

Ieri sera guardavo un cartone (mi capita spesso da qualche tempo in qua).

Era la storia di Sheherazade, moglie del Sultano, che per non essere uccisa come ogni moglie dopo la prima notte, chiese di poter raccontare una storia alla sorellina. La prima notte. Poi di nuovo la seconda. E via, per mille e una notte.

Conclude il narratore del cartone animato: e finché Sheherazade raccontò le sue storie, a nessuna donna fu più fatto del male.

La storia della Resistenza e della Liberazione è un racconto storico, con tanti episodi leggendari, è vero, ma centrale nella storia del nostro Paese. Raccontarla oggi non è come raccontare una favola. Ma la finalità è la stessa che animava la principessa orientale: raccontare perché a nessuno capiti più ciò che è accaduto settant’anni fa.

E se ormai mille e un racconti di quella pagina sono passati, andiamo comunque avanti, continuiamo a celebrare la Liberazione del nostro Paese. Ci serve anche a sperare che altre liberazioni siano possibili.

2 pensieri riguardo “Sheherazade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.