Luoghi di consapevolezza

Luoghi di consapevolezza

Se c’è un luogo che fa ringraziare di vivere nel XXI secolo in Occidente, questo è il secondo piano del reparto di Pediatria. Gli ambulatori.

Bambini, neonati, adolescenti sottoposti a controlli medici.

Qualche secolo fa, o anche oggi in qualche altro paese non così sviluppato, quanti di questi non sarebbero sopravvissuti ai loro problemi di salute? Quanti di quelli oggi seguiti e monitorati devono la vita a qualche tecnologia farmacologica o diagnostica, a qualche progresso nella comprensione della fisiologia o semplicemente all’essere osservati e a poter dare il giusto peso a segni e sintomi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.