UFO

UFO

Invitato da amici di amici, vado a una festa in piscina.
Intanto, in piscina: privata.
Gli invitati: alieni, dischi volanti lucidi, con oblò oscurati da cui, ogni tanto, spuntano occhi feroci.
Mi si dice: mangia! Non mi faccio pregare, come al solito, ma l’impressione è di essere l’unico. L’unico a non farsi pregare, l’unico a mangiare davvero, gli altri forse impegnati altrove nonostante la maionese sulle dita.

Amo stare da solo in mia compagnia. In mezzo a tanta gente mi sono sentito solo. Probabilmente è colpa mia: non ho visto un’anima viva là in mezzo, disadattato tra gli abitanti di un mondo parallelo mai davvero prima incontrato, invasori invisibili del mio mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.